Chi saremmo

Chi saremmo?

Saremmo i redattori della sezione saggistico-filosofica della casa editrice Villaggio Maori. Suddetta sezione conterebbe già al proprio attivo alcune collane, come “Fibre”, “Intermittenze” ed “Ellissi”. La prima ospiterebbe testi di varia natura, dal classico all’inedito, dal saggio contemporaneo all’opera teatrale e via discorrendo, rivolti allo studente come anche al lettore spassionato; la seconda ospiterebbe invece testi inerenti principalmente il teatro e le sue figure; la terza si rivolgerebbe, infine, a tutti quelli che si disinteressano e dell’attualità e dell’università. Infatti intenderebbe raccogliere testi di autori che contaminino, per forme e contenuti, la narrativa alla trattazione saggistica di temi filosofici, artistici o letterari.

Tutto ciò, rigorosamente al condizionale. La condizione è la seguente: se ci riuscissimo. Noi stiamo provandoci.

In questo blog si tenterebbe, per l’appunto, di discutere le novità inerenti queste collane e, più in generale possibile, le tematiche da esse affrontate. Ogni vostro commento o inserimento sarà valutato attentamente, allo scopo di alimentare un fervido dibattito e un proficuo scambio di opinioni. Più precisamente, siamo in cerca di baruffe e litigi furibondi, non se ne può più di questa finta quiete da rete (sociale e virtuale). Se siamo in rete, dimeniamoci per uscirne. Una volta fuori, allora sì che potremo trovare requie.

* * *

Perché «Il diario di Spielhans»? Nell’apposita pagina abbiamo riportato quasi tutto quello che sappiamo del negletto filosofo Jakob S. e a lui, alla sua memoria e ai suoi scritti (per lo più inediti) abbiamo inteso dedicare questo blog. Al suo discendente e nostro caro amico Jakob Markus S. ci affidiamo come a un faro nella notte per portare avanti con tenacia l’ambizioso progetto di restituire alla comunità quel che resta dei pensieri e delle opere del nostro filosofo. Questi, in qualche modo, sono i suoi diari.

* * *

I «responsabili» sono: Davide Dell’Ombra, Cateno Tempio e Giuseppe Torresi.
Di collaboratori siamo in cerca. Fatevi avanti, basta scrivere a: editing.redazione.vme@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *